Cosa sono i gas serra e quali sono

cosa sono i gas serra

Proprio come il vetro di una serra, i gas nell’atmosfera terrestre sostengono la vita intrappolando il calore del sole. Questi “gas serra” consentono ai raggi del sole di attraversare e riscaldare il pianeta, ma impediscono a questo calore di sfuggire all’atmosfera nello spazio. Senza di loro, la Terra sarebbe troppo fredda per sostenere la vita come la conosciamo.

Cosa sono i gas serra

Molti dei composti chimici nell’atmosfera terrestre agiscono come gas serra. Quando la luce solare colpisce la superficie terrestre, parte di essa si irradia verso lo spazio sotto forma di radiazione infrarossa (calore). I gas serra assorbono questa radiazione infrarossa e intrappolano il suo calore nell’atmosfera, creando un effetto serra che si traduce nel riscaldamento globale e nel cambiamento climatico.

Senza i gas serra presenti in natura, la Terra sarebbe troppo fredda per sostenere la vita come la conosciamo. Senza l’effetto serra, la temperatura media del pianeta sarebbe di circa -2 ° F invece dei 57 ° F che sperimentiamo attualmente. Molti gas mostrano queste proprietà serra. Alcuni gas sono presenti in natura e sono prodotti anche dalle attività umane. Alcuni, come i gas industriali, sono prodotti esclusivamente dall’uomo, come ad esempio: anidride carbonica (CO2), metano (CH4), protossido di azoto (N2O), idrofluorocarburi (HFCs), perfluorocarburi (PFC) e l’esafluoruro di zolfo (SF6).

Quali sono i principali gas serra

  • Anidride carbonica (CO2): l’anidride carbonica entra nell’atmosfera bruciando combustibili fossili (carbone, gas naturale e petrolio), rifiuti solidi, alberi e altri materiali biologici e anche come risultato di alcune reazioni chimiche (p. Es., Produzione di cemento ). L’anidride carbonica viene rimossa dall’atmosfera quando viene assorbita dalle piante come parte del ciclo biologico del carbonio.
  • Metano (Cz4): il metano viene emesso durante la produzione e il trasporto di carbone, gas naturale e petrolio. Le emissioni di metano derivano anche dal bestiame, da altre pratiche agricole e dal degrado dei rifiuti organici nelle discariche di rifiuti solidi urbani.
  • Protossido di azoto (N2O): Il protossido di azoto viene emesso durante le attività agricole e industriali, la combustione di combustibili fossili e rifiuti solidi, nonché durante il trattamento delle acque reflue.
  • Gas fluorurati: gli idrofluorocarburi, i perfluorocarburi, l’esafluoruro di zolfo e il trifluoruro di azoto sono gas ad effetto serra sintetici emessi da una varietà di processi industriali. I gas fluorurati sono talvolta usati come sostituti delle sostanze che riducono lo strato di ozono stratosferico(p. Es., Clorofluorocarburi, idroclorofluorocarburi e halon).

Ciascuno di questi gas può rimanere nell’atmosfera per diversi periodi di tempo, che vanno da pochi anni a migliaia di anni. Alcuni gas sono più efficaci di altri nel rendere il pianeta più caldo e “addensare la coltre terrestre”.

Per ogni gas a effetto serra, è stato calcolato un potenziale di riscaldamento globale (GWP) per riflettere quanto tempo rimane nell’atmosfera, in media, e quanto fortemente assorbe energia. I gas con un GWP più alto assorbono più energia, rispetto ai gas con un GWP più basso, e quindi contribuiscono maggiormente al riscaldamento della Terra.

In che modo i gas serra stanno cambiando il clima?

Per migliaia di anni, l’approvvigionamento globale di gas serra è stato sostanzialmente stabile. I processi naturali rimuovevano dall’atmosfera tanto carbonio quanto ne rilasciavano.

Attività umane come la combustione di combustibili fossili hanno aggiunto enormi quantità di anidride carbonica, metano e protossido di azoto alla nostra atmosfera, creando un “effetto serra” che intrappola l’energia del sole e fa aumentare la temperatura della Terra. Anche la deforestazione e l’agricoltura intensiva contribuiscono alle emissioni di gas serra, ma non tanto quanto la produzione di combustibili fossili, che rappresenta il 75% delle emissioni di gas serra.

Di conseguenza, il clima sta cambiando in tutto il mondo. Questo cambiamento ha aumentato la gravità e la frequenza di tempeste, ondate di caldo, incendi e forti piogge. La perturbazione climatica sta anche causando l’innalzamento del livello del mare, l’acidificazione degli oceani, l’estinzione di specie animali e vegetali e lo scioglimento del permafrost. Poiché il livello di inquinamento da gas serra nell’atmosfera terrestre continua a salire, questi effetti peggioreranno.

Come possiamo ridurre le emissioni di gas serra? 

Al fine di ridurre le nostre emissioni di gas serra, dobbiamo:

  • Smettere di sprecare energia. Dobbiamo rendere gli edifici (nuovi ed esistenti) più efficienti energeticamente, puntare sul trasporto pubblico​​e utilizzare tecnologie come i motori elettrici per ridurre gli sprechi energetici per ridurre la domanda energetica complessiva.
  • Elettrificare tutto in modo che i settori dell’edilizia, dei trasporti e dell’industria funzionino con l’elettricità anziché con i combustibili fossili.
  • Trovare modi per eliminare le emissioni di carbonio dall’atmosfera. Le zone umide, le foreste e altri ecosistemi possono assorbire e immagazzinare anidride carbonica solo se sono sani e intatti, quindi dobbiamo proteggerli e ripristinarli.
  • Sostenere i combustibili green. Ciò contribuirà a far progredire le fonti di carburante a basse emissioni di carbonio come i biocarburanti e l’elettrificazione.

Se riusciamo a ridurre le nostre emissioni nella metà di questo decennio e raggiungere le emissioni nette zero entro la metà del secolo, abbiamo ancora la possibilità di evitare gli impatti più catastrofici del cambiamento climatico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *