PUBBLICATO SU VIVERESOSTENIBILE N°4 DEL 1 DICEMBRE 2017

Ci sono voluti 4000 chilometri,percorsi su e giù per le campagne della Penisola in 26 tappe, con 70 interviste, foto, riprese video, incontri a ripetizione, per raccontare, con un’ironia a volte amara, ma sempre accorata e graffiante, quello che è non solo l’agricoltura ma un intero settore della vita italiana. Lo spettacolo “In teatro con i piedi per terra” e il relativo docufilm “Con i piedi per terra”, con Andrea Pierdicca ed Enzo Monteverde per la regia di Antonio Tancredi, raccontano il percorso teatrale del Progetto “Viaggio tra Terra e Cielo”, un lungo itinerario che si snoda ascoltando e poi raccontando le storie e le voci di tanti contadini, artigiani, allevatori, medici, ricercatori. Un cammino che, però, non si limita a narrare le voci degli attuali protagonisti, ma va alla ricerca, al tempo stesso, delle testimonianze di quegli autori (scrittori, poeti, scienziati) che, a loro volta come contadini, hanno lasciato nelle pagine da loro scritte, i semi di un pensiero antico ma attuale più che mai. Da loro arriva, a sostegno di quello che è il messaggio dei contadini intervistati nel film e raccontati a teatro, il suggerimento che di tutto il filo che sottende la vita, l’uomo tiene in mano solo un capo e che ogni nodo, ogni incrocio fra trama e ordito che l’uomo fa a quel filo, lo fa, in definitiva, a sé stesso. È da questa unione, tra le voci di chi ci ha preceduto in questo percorso terreno e di coloro che oggi stanno praticando un cambiamento reale, che appare la via da seguire: il rinnovamento della società dipende dalla cura della terra che dobbiamo tornare a riconoscere come sacra. Da un lato nasce così lo spettacolo teatrale, che raccoglie testimonianze del passato e iniziative del presente per costruire un unico viaggio in cui l’umanità di ieri e quella di oggi si ritrovano unite, verso un obiettivo comune di vita. Dall’altro c’è il docu-film, il cui valore è spiegato, meglio di ogni altro tentativo, dalla motivazione della menzione speciale ricevuta Festival Cinemambiente di Torino del 2017. “Un bell’affresco del nuovoantico mondo contadino italiano, spesso fatto di bizzarri visionari che stanno riscoprendo e valorizzando il suolo come bene comune. Un patrimonio per troppo tempo violentato dalla cementificazione e da un’agricoltura senza scrupoli. Ed ecco che grazie a una nuova generazione di agri-cultori l’Italia riscopre il suo pizzo di colture e culture da preservare e valorizzare. In contrapposizione alle monoculture che impoveriscono terra e sapere, gusto e vita. Un lavoro nuovo, fatto di antichi saperi e sperimentazioni inedite che il documentario fotografa in modo nitido”.Lo spettacolo “In teatro con i piedi per terra” è stato ospitato al Cinema Cristallo di Dolceacqua nel settembre scorso, mentre le proiezioni del docu-film “Con i piedi per terra” possono essere richieste alla mail info@radicinelcielo. it (www.radicinelcielo.it).

SFOGLIA VIVERESOSTENIBILE N°4 DI DICEMBRE 2017